DICHIARAZIONE DI EMERGENZA AMBIENTALE E CLIMATICA: APPROVATA LA MOZIONE CON LE NOSTRE PROPOSTE DI INTEGRAZIONE

L’intervento di Rita Zecchini in merito alla mozione sull’emergenza climatica durante il Consiglio comunale del 26 novembre.

La mozione è sostanzialmente condivisibile anche se non aggredisce il nodo centrale: è il sistema economico presente e passato la causa della cd. "emergenza"... Infatti nel testo si continuano a citare le fonti che parlano degli "effetti" dei cambiamenti climatici, ma scarso spazio viene dato alle "cause". Un sistema economico, quello capitalistico, che sfrutta l’ambiente (e l’uomo) per massimizzare i profitti in antitesi con l’attenzione e l’investimento sui beni comuni. In altri termini se non c’è un’inversione di tendenza radicale da parte dei governi nazionali,europei …non si arriverà mai a fornire serie risposte ai problemi che ormai quotidianamente dobbiamo affrontare e che stanno seriamente mettendo in pericolo il nostro Paese. Veniamo alle osservazioni:

Intanto leggo con piacere che nel DUP 2020-2022 è stato inserito l'obiettivo della creazione della casa del riuso: mi fa piacere visto che era un punto di programma della nostra coalizione e riteniamo che il progetto possa essere molto interessante per il tema del riciclo e delle attività sociali e lavorative ad esso connesse. Poi ci piacerebbe inserire alcuni elementi e delle proposte concrete per Cernusco.

Sollecitare gli organi di governo nazionale affinchè investano sulla mobilità su ferro ( in particolare per il trasporto merci) e vengano eliminati progressivamente gli incentivi ( SAD sussidi ambientalmente dannosi) al settore delle fonti fossili che,a oggi, ammontano a circa 19 miliardi l’anno.

Per dare seguito alla mozione approvata dal Consiglio comunale del 4/02/2019 “Cernusco plastic free”: eliminazione progressiva nei luoghi pubblici comunali di distribuzione di bevande in contenitori di plastica.

Elaborare un progetto finalizzato a dichiarare “Cernusco città della bicicletta”, che preveda incentivi per chi usa la bicicletta come mezzo quotidiano di trasporto, progetti educativi nelle scuole e nella città, convenzioni con esercizi commerciali e imprese locali, manutenzione costante delle infrastrutture e un evento annuale dedicato alla mobilità ciclabile.

Le nostre proposte sono state accolte, anche se non nella forma in cui le avevamo presentate.

Ci spiace che la maggioranza, ad esempio, non abbia accolto la scelta di non consumare più suolo nella nostra città. La mozione, quindi, con le nostre integrazioni l’abbiamo votata. Sarà nostro compito vigilare e controllare che le varie proposte vengano realizzate.

logo cic sxc 

 

0
0
0
s2smodern