CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ONORARIA A LILIANA SEGRE PER L’IMPORTANTE RUOLO DI SENTINELLA PACIFICA

Il 12 dicembre in Consiglio Comunale abbiamo votato il conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Riportiamo l'intervento con cui la capogruppo Rita Zecchini ha motivato il nostro convinto sostegno.

Sono diversi anni che, come Sinistra, abbiamo sollevato l’allarme sul fatto che, sia in italia che in Europa continuano a crescere e svilupparsi subculture razziste, antisemite, violente, intolleranti verso i diversi, in un crescendo d’identificazione con dottrine nefaste che hanno segnato tragicamente la storia del ‘900. Abbiamo richiamato l’attenzione ripetutamente affinchè le Istituzioni facessero rispettare le leggi vigenti che puniscono il razzismo e la ricostituzione del partito fascista. Abbiamo anche raccolto le firme perché si intervenisse per sciogliere formazioni neofasciste e neonaziste. Forse oggi sembra che da più parti si cominci a delineare la comprensione di quelle ragioni e quindi auspichiamo che quello che è stato sottovalutato in passato venga preso in considerazione oggi. Soprattutto mi preme sottolineare che l’alimento decisivo per la crescita delle destre e in esse di quelle più estremiste è venuto dalle politiche che negli ultimi 30 anni hanno impoverito popoli e paesi nel nome di un’austerità a vantaggio di elite politiche economiche e finanziarie , facendo aumentare a dismisura povertà, disuguaglianze, emarginazione e solitudini sociali che producono rancore , disperazione , rabbia e guerra fra poveri ( penultimi contro gli ultimi) su cui le destre prosperano in tutta Europa. Ovviamente voteremo a favore della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, simbolo vivente di cosa hanno prodotto quelle ideologie e monito di ciò che potrebbe ancora accadere, ma vogliamo sperare che a ciò si accompagni

1) Un impegno culturale, politico contro tutte le forme di riproposizione di ideologie neofasciste

2) Politiche economiche e sociali di contrasto alle povertà, alle disuguaglianze che restituiscano diritti, reddito e dignità al lavoro che, insieme alla democrazia e all’antifascismo sono i pilastri della nostra Costituzione.

Rita Zecchini (capogruppo) - Monica Tamburrini (consigliera)

Questo il testo integrale della Mozione

logo cic sxc

0
0
0
s2smodern