Cernusco sul Naviglio, 14 luglio 2022

Insediamento del Consiglio Comunale

Intervento di Rita Zecchini

20220714 CC Video

Innanzitutto esprimo un augurio di buon lavoro a tutti i Consiglieri di maggioranza e opposizione, ai componenti della Giunta nella speranza che i vostri orientamenti siano guidati da una lettura seria dei bisogni e delle domande dei cittadini e che le scelte corrispondano alla necessità di dare risposte in grado di promuovere i diritti e la qualità della vita delle persone e dell’ambiente; che gli impegni programmatici su cui vi siete spesi nel chiedere agli elettori e alle elettrici il voto non restino sulla carta.
Chi governa ha una grandissima responsabilità in relazione alla frattura tra politica e società che si manifesta nell’allargamento sempre maggiore della platea dell’astensione dal voto.
E’ il risultato dell’adesione di gran parte della politica a interessi e a logiche economiche e finanziarie che da anni producono il progressivo impoverimento e la perdita dei diritti di molti a vantaggio di ristrette élite che si arricchiscono sempre di più. Basta dire che tra il 2005 e il 2021 il numero delle persone in povertà assoluta è triplicato mentre i ricchi diventavano sempre più ricchi e perfino durante la pandemia, tra il mese di marzo 2020 e novembre 2021, il numero dei miliardari italiani nella classifica Forbes è aumentato da 36 a 49. Oggi i 40 miliardari italiani più ricchi posseggono l’equivalente della ricchezza netta del 30% degli italiani più poveri (18 milioni di persone adulte).
Questi numeri parlano anche di noi, delle amministrazioni comunali che subiscono i tagli dei governi che compromettono la possibilità di garantire servizi e diritti. E colpiscono quindi il salario indiretto; parlano di noi quando facciamo scelte non condivise dalla popolazione, che premiano solo gli interessi di qualcuno e per questo sono costruite non attivando forme di partecipazione …
Non c’era bisogno dei risultati elettorali per cogliere la gravità della situazione. Chi come me, insieme alle liste che mi hanno sostenuta, ha fatto una campagna elettorale incontrando e parlando con centinaia di cittadini, ha colto molta disaffezione e sfiducia nella politica. Ed è chiaro che è un problema di cui tutti quelli che fanno politica per il bene comune dovrebbero farsi carico.
E’ fondamentale per chi vuole svolgere davvero il ruolo di rappresentante dei cittadini la vicinanza con le persone, l’ascolto, la considerazione e la presa in carico delle problematiche della città, ma soprattutto l’attivazione di forme di partecipazione diretta da parte della cittadinanza.
Una partecipazione reale che permetta alle cittadine e ai cittadini di contare davvero, specie nelle scelte strategiche della città, quelle che riguardano la vita delle future generazioni. Anche per questo il coinvolgimento dei giovani è il miglior investimento per il presente e per il futuro.
Non mi dilungo sulle priorità che abbiamo indicato nel nostro programma, come la cura delle persone a partire da quelle più fragili, la cura dell’ambiente e del territorio, l’impegno per la crescita culturale della città, per dare protagonismo ai giovani … Avremo modo di entrare nel merito perché per noi le proposte che abbiamo avanzato nel programma costituiscono altrettanti impegni assunti con i cittadini che intendiamo onorare, incalzandovi per la loro realizzazione, con un’ opposizione che trova proprio in questo il suo carattere costruttivo.
Ci aspetta un periodo con molte nubi che incombono sul pianeta, sulla vecchia Europa e sul nostro Paese, rendendo incerto il futuro delle persone, mentre si aggravano le condizioni materiali dei ceti popolari i cui magri redditi, tra i più bassi d’Europa, sono duramente colpiti da un’inflazione che rischia di arrivare a due cifre.
Le amministrazioni non possono risolvere tutte le difficoltà, ma devono mettere il tema sociale al centro della loro agenda, al fine di alleviare le difficoltà economiche e corrispondere ai bisogni garantendo i diritti universali alla salute, alla cultura e ad un ambiente sano.
Su quest’ultimo punto, l’ambiente, si può, nel nostro piccolo fare molto per contrastare la cultura dello spreco, salvaguardare le risorse non riproducibili come il suolo e l’acqua, contenere il riscaldamento climatico, ridurre la dipendenza energetica investendo sulle energie rinnovabili.
Infine, non posso non richiamare il tema della salute che rischia di riproporsi a breve con una nuova emergenza e rimanda in modo specifico alle carenze ampiamente riscontrate durante l’epidemia,della medicina territoriale. Da questo punto di vista siamo preoccupati per il destino della casa di comunità prevista a Cernusco. Non è finanziata da fondi nazionali e non è chiaro qual è l’impegno di Regione Lombardia in proposito. Inoltre non sono previste risorse per il personale : vigileremo affinché questo fondamentale servizio non finisca in mano ai privati.
Considerando ora la formazione della Giunta presentata dal Sindaco voglio fare alcune considerazioni.
Innanzi tutto mi sembra chiaro che la nomina degli assessori e la distribuzione delle deleghe più che su criteri di efficienza in rapporto ai carichi di lavoro obbediscano ad una logica di compensazione degli incarichi ai partiti della coalizione . Il risultato è la compresenza di assessori con deleghe di poco peso e l’accentramento nelle mani del sindaco, ad esempio, di un tale numero di deleghe e così pesanti (urbanistica, edilizia privata, bilancio, sport) da mettere perfino in dubbio se non ritenere impossibile che possa espletare, come sarebbe necessario, tutte le funzioni connesse.
Chiederei al sindaco di dire a questo Consiglio quali motivazioni abbiano potuto indurre una scelta così inspiegabile. Tanto più inspiegabile pensando tra l’altro che ad esempio solo in campo urbanistico si tratterà una materia complessa come la variante generale del Pgt…).
Allora, perché non assegnare deleghe di peso a tutti gli assessori nominati?
Questo, a mio parere, faciliterebbe il compito e renderebbe più efficace l’azione di tutti.
Come gruppo consiliare della Città in comune- Sinistra per Cernusco, una coalizione che si è radicata nella nostra città ed è riconosciuta per la sua credibilità e coerenza, garantiremo, in coerenza con il nostro programma, un’opposizione seria e puntuale nel contrastare tutte le scelte lesive del bene comune, ma sempre propositivi e aperti a condividere proposte che promuovano i diritti, il benessere delle persone e la cura dell’ambiente.


 

Capogruppo

 

La Città in Comune-Sinistra per Cernusco

 

Rita Zecchini

 

logo cic sxc